Intervista a Stefano Ciffo Producer e Direttore di Produzione



Abbiamo intervistato per voi lettori Stefano Ciffo, Producer e Direttore di Produzione per il mondo dello spettacolo e dei programmi TV della provincia di Vicenza che con la sua esperienza ha conquistato anche Los Angeles.

1.Salve Stefano tanto talento e tanta esperienza ti hanno portato ad incredibili collaborazioni con un lavoro che spesso non porta fama per chi lavora dietro le quinte e dietro la videocamera; ti va di raccontarci la tua storia?
Fin da ragazzo ho sempre avuto passione per quel che riguardava il mondo dell’arte, dello spettacolo e soprattutto della televisione: infatti ho frequentato il liceo artistico e successivamente mi sono iscritto al DAMS di Padova, perché già avevo chiaro quello che avrei voluto fare da grande! Dopo la laurea ho fatto un master a Los Angeles alla NYFA dove ho potuto affinare le mie tecniche nel campo della produzione televisiva, grazie anche ad uno stage per la NBC. Tornato in Italia mi sono trasferito a Milano e ho cominciato a lavorare nelle case di produzione Magnolia  e Freemantle per le  reti tv Rai, Mediaset,la 7,discovery, dj tv e Sky.  Dopo un po’ di anni ho sentito il bisogno di tornare a LA, dove ho lasciato un pezzo di cuore, e grazie a conoscenze fatte durante il mio master ho potuto collaborare a diverse produzioni. Recentemente ho iniziato a lavorare per Endemol Shine Italy per la quale ho collaborato a un programma in prima tv su Rai 2 “Stasera tutto è possibile” con Amadeus e ho da poco finito di registrare “cucine da incubo” che andrà in onda in questi giorni su canale 9

2.Raccontaci una tua giornata sul set 
Premetto che il mio ruolo è quello di direttore/ispettore di produzione: seguo quindi tutto quello che riguarda l’organizzazionedi un programma. Il set èÈ il momento in cui tutta la preparazione fatta precedentemente in ufficio prende vita e si spera fili tutto liscio senza intoppi. Uno dei miei compiti principali  è proprio quello di coordinare tutti i reparti ovvero regia, operatori, autori, talent e concorrenti tenendo sempre conto del timing e del budget, in modo che ciò accada. 

Un lavoro del genere ti impegna mentalmente e fisicamente; immagino che la tua giornata non sia scandita dall’orologio! Come fai per realizzare e soddisfare le aspettative della produzione?
È vero: Le giornate sul set solitamente iniziamo molto presto e finiscono molto tardi. C’è da dire che quello che uno spettatore vede in tv è frutto di giorni di preparazione e lavoro d’ufficio: ci sono planning, scalette, sopralluoghi da effettuare arrivando infine al lavoro dello shooting sul set. Per soddisfare le aspettative della produzione bisogna quindi essere molto precisi, pratici e pronti a risolvere qualsiasi problematica per non avere poi ritardi nello shooting o sforamento di budget. 

4.Cerchiamo però di conoscerti meglio. Hai altre passioni oltre al tuo lavoro e il mondo dello spettacolo?
Mi piacciono molto la fotografia e il cinema. Ho anche una passione per la pittura, che purtroppo sto un po’ trascurando per mancanza di tempo.


5.Che persona ti consideri? Pregi e difetti?
Sono una persona determinata, precisa, pragmatica e con molta voglia di mettersi in gioco. Per alcuni un mio difetto è che sono un po’ troppo sognatore, ma io penso che credere nei miei sogni mi abbia portato dove sono ora, quindi per me rimane comunque un pregio! 

6.La musica nei video è fondamentale: che musica ti piace? 
Non ho un genere preferito: ascolto veramente di tutto, ma sono appassionato delle colonne sonore dei film, delle quali colleziono vinili! 

7.Il tuo programma preferito alla tv o Netflix?Il mio programma preferito in tv rimane sempre X factor e i talent  in generale, mentre per quanto riguarda Netflix mi piacciono molto le serie tv e ne seguo veramente molte.

8.Quali sono le maggiori esperienze, progetti, lavori ai quali hai partecipato?
X factor, ma come ti vesti, Italia’s next top model, isola dei famosi, Masterchef, shopping night, stasera tutto è possibile, cucine da incubo e anche alcune pubblicità con personaggi televisivi importanti .

9.Hai progetti a breve termine?
Sto valutando un paio di progetti importanti che mi sono stati proposti. il mio lavoro è molto stimolante proprio perché ci sono sempre nuovi progetti ed esperienze a cui poter partecipare. 

Ringrazio la redazione per avermi dato l’opportunità di far conoscere un po’ meglio il mio lavoro è per l’attenzione che mi è stata data. 

Ti auguro buon lavoro e spero di risentirti presto.

Share this:

 
Copyright © BEST MAGAZINE. Designed by