Facebook

DORIS SIMONE: sex symbol, modella, e attrice!








Doris Simone è bella da morire. La modella e attrice Pugliese di origine barese fa letteralmente impazzire il web e su Facebook sono tantissime le pagine che le vengono dedicate:


Doris Simone official 78.000 fans impazziti per lei:

https://m.facebook.com/Doris-Simone-536670153122195/

Doris è nota per essere apparsa in migliaia di foto pubblicitarie di note marche e Brand: MELACERBA, VIP COLLECTION, MAISON MARKET,e nel ruolo di unica testimonial come protagonista del Brand LIRA GIOIELLI dedicato alla moneta Lira..

E non solo :MISS COPERTINA, MISS VIP, in molte pagine delle riviste più note a livello nazionale VIP, EVA 3000, NOVELLA, DUEMILA, AMORI,BOLLICINE VIP, ECC, alla conduzione di programmi televisivi sulla piattaforma Sky da lei ideati , e oggi anche attrice Premiata alla masterclass cinematografica con partecipazione nazionale da Maurizio Mattioli.

Insomma tutto questo per giustificare fino in fondo il morboso clamore che sa suscitare in Rete. Se ci soffermassimo solo sulle sensuali apparenze di Doris rischieremmo di chiudere la vicenda con un’osservazione banale e lapalissiana: “di fotomodelle sexy ne esistono tante.” ma lei dimostra qualcosa in più!

Basta gettare, però, un occhio ai commenti e subito si comprende la singolarità di questo fenomeno tanto amato dal pubblico.

È un tripudio di iperboliche esagerazioni sui super poteri che lo sguardo sexy e delle sue forme hanno nei confronti degli ammiratori.

Ma del resto Doris Simone è stata l' unica che con il suo meraviglioso sorriso ha colpito il nostro presidente SILVIO BERLUSCONI con tantissimi articoli sul google proprio per la sua bellezza.

Inoltre Doris si è forse resa conto di come la propria bellezza possa essere superata solo dalla frenastenia cronica di buona parte dei maschi italiani. Oppure è solo perchè agli uomini piacciono le donne che non solo sono belle ma hanno una eleganza unica come Doris Simone.



Share this:

Posta un commento

 
Copyright © BEST MAGAZINE. Designed by