Facebook

News

Fashion

Latest Updates

Il nostro nuovo format su Flipboard si chiama BEST MAGAZINE EXTRA

18:28:00


SEGUICI anche sul nostro nuovo format nella piattaforma di Flipboard!!

Un sacco di news, immagini e links tutto sul mondo della musica, fashion, tendenze, film e TV, tecnologia e turismo...insomma tutto quello che desiderate lo potete trovare su BEST MAGAZINE EXTRA!! diventate nostri followers!!




CLICCA QUI per accedere






Gran Teatro Morato e il calendario della stagione musicale

18:21:00

Gran Teatro Morato, dopo la nuova denominazione, al via il restyling
Il primo intervento con il concerto di Fiorella Mannoia.

Platea digradante e calendario spettacolare, la stagione live a Brescia è solo all'inizio.

Il rinnovamento era nell'aria. A settembre era arrivata la denominazione Gran Teatro Morato, e adesso in un silenzioso percorso work in progress, l'ex palabrescia sta progressivamente cambiando fisionomia e contenuti. Venerdì 8 dicembre, in occasione del concerto di Fiorella Mannoia, verrà rivelato un nuovo assetto di sala: il pubblico troverà installata una nuova e moderna tribuna frontale, con comode poltroncine ergonomiche; inoltre altre piccole migliorie, tra cui cambio dei colori, nuove divise per le hostess (dotate di ipad) e per il personale, nuovi allestimenti nel foyer.

Il pubblico presente allo spettacolo de La Febbre del Sabato sera ha già percepito un cambiamento, già dall'ingresso si era trovato un'accoglienza diversa dal solito, con musica in sottofondo, animazione di contatto, distribuzione di caramelle e servizio guardaroba.

Ma è solo l'inizio. I lavori continueranno incessantemente nei prossimi mesi, prevedendo la realizzazione della platea digradante, che, secondo il programma dei lavori, verrà inaugurata a febbraio 2018, per proseguire con il restyling di foyer, bagni, backstage e tante nuove sorprese. Non è quindi un caso che nel calendario ci siano già in programma grandi artisti e grandi spettacoli come Mannoia, Capodanno con Zelig (per la prima volta lo spettacolo di Capodanno sarà anticipato da un buffet per il pubblico), Grease il musical, Ornella Vanoni, Tutti insieme appassionatamente, Enrico Brignano, Riki, Pfm, Massimo Ranieri, Francesca Michielin, Alessandro Mannarino e la star del pop Anastacia.

Il programma finora annunciato, ricchissimo, va dal pop al rock, fino ai musical e alla comicità: eventi per tutti i gusti, per la famiglia e per i più giovani, e prevede a breve altri nuovi straordinari annunci. Sarà una Brescia più spettacolare che mai. L'obiettivo è quello di portare il format del Gran Teatro Morato a divenire, come il Gran Teatro Geox di Padova uno spazio live all'altezza dei più importanti teatri multifunzionali europei.

La tribuna frontale è il primo intervento, finalizzato a migliorare la visibilità e a ottimizzare la gestione degli spazi: il teatro può ora ospitare 731 posti seduti su comode poltroncine, progettate appositamente per il Teatro.

E questo è solo l'inizio: sono molte le novità che faranno del Gran Teatro Morato uno spazio pensato per godere delle emozioni dello spettacolo, ma anche per vivere il live "senza barriere", con servizi pensati per un pubblico sempre più diversificato ed esigente (tra cui servizio di traduzione degli spettacoli nel linguaggio dei segni, ma anche molti servizi ed attività dedicati ai bambini) e per rendere il palcoscenico una vera e propria parte della città.

La biglietteria del Gran Teatro Morato è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 13 sia per acquistare i biglietti degli spettacoli in programma, sia per altri importanti eventi, come il concerto dei Pearl Jam a Padova.

Per informazioni: www.granteatromorato.com





La bellissima top model CHARLOTTE KEMP MUHL presenta gli UNI

13:58:00

La bellissima top model CHARLOTTE KEMP MUHL torna con un nuovo strabiliante progetto artistico chiamata UNI, dove il rock si fonde con il glam e la psichedelia degli anni 70.



Gustatevi il video 






La PFM in concerto al Gran Teatro Geox

16:24:00

La PFM Premiata Forneria Marconi, storica band del rock progressivo italiano è tornata in Veneto per un concerto di presentazione del nuovo album intitolato "Emotional Tattoos" uscito recentemente sul mercato mondiale in duplice veste, cantato in italiano e in inglese.

La performance dal vivo è stata caratterizzata dalla consueta verve del leader storico Franz Di Cioccio che si è cimentato con grande energia e instancabile passione come frontman e come batterista.
Il randagio ha ancora una voce potente e carismatica e batte sulle pelli dei tamburi come un dannato pischello!

Ecco solo per voi una carrellata di immagine del concerto scattate dai nostri #photonolimits RRR Remi Real Rock e Cesare Greselin!










www.pfmworld.com

www.zedlive.com



Cena di beneficienza per combattere la violenza contro le donne

16:15:00

Cena di beneficienza per combattere la violenza contro le donne.
Venezia, 27.11.2017
Di Angelica Montagna
Venerdì scorso al Molo Cinque di Marghera (Venezia), si è svolta una serata dedicata alla Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Ad organizzarla, l’associazione EVE, il Molo Cinque che ha ospitato l’evento, Miss Stella del Mare triveneto, Antonella Academy Agency. Intenso il programma che ha visto l’apertura della serata con due contributi video. Il primo realizzato dalle atlete dell’Umana Reyer-Basket Venezia-Mestre che hanno donato oltre un centinaio di biglietti omaggio per la partita e il secondo che ha mostrato la partecipazione all’ultimo Festival del Cinema al Lido di Venezia delle aspiranti Miss in un suggestivo make up che ricordava volti e corpi maltrattati. Non è la prima volta che le ragazze si dimostrano sensibili verso questa tematica. Alla fine della serata, infatti, ognuna su palco ha letto una frase significativa sul tema del femminicidio. 
Fra gli interventi anche Michele Molin e Lorenzo Palombella della locale associazione EVE che tanto si danno da fare per raccogliere fondi a favore di diverse realtà che ruotano attorno al grave fenomeno. Per l’occasione si è potuto sentire a viva voce, l’intervento da Roma di Maurizio Insidioso, padre di Chiara, la ragazza massacrata dal fidanzato, al quale l’associazione EVE molto è vicina. 
A prendere la parola anche Denisse Braccio, assessore alle Pari Opportunità del comune di Vedelago, intervenuta per l’occasione.
Antonella Marcon, nel suo intervento ha parlato dell’esperienza conclusa da poco nell’Accademia di una settimana organizzata da 5 Stars Events a bordo di Msc Preziosa, che ha decretato la vincitrice Miss Stella del Mare 2017, fra le aspiranti miss di tutta Italia, complimentandosi ancora degli ottimi risultati di quest’anno per il Triveneto. A fine serata è stato distribuito il Calendario 2018 di Antonella Academy Agency, realizzato dalle stupende ragazze e l’occasione è stata propizia per un bilancio delle attività di un intero anno di impegni per traguardi sempre nuovi e vincenti.
Il ricavato di tutta la serata è andato all’associazione EVE, la quale lo ha devoluto al progetto di solidarietà a sostegno di Chiara Insidioso. 

IL SENSO DELLA BELLEZZA – SCIENZA E ARTE AL CERN nei cinema

12:03:00


Uscita evento nei cinema italiani esclusivamente il 21 e 22 NOVEMBRE del film IL SENSO DELLA BELLEZZA – SCIENZA E ARTE AL CERN.

Il film di Valerio Jalongo, che sarà distribuito da Officine UBU, è il racconto di un esperimento senza precedenti che vede scienziati di tutto il mondo collaborare intorno alla più grande macchina mai costruita dagli essere umani per scoprire i misteri dell’universo, ovvero, l’acceleratore di particelle LHC (Large Hadron Collider). Il film è stato girato all’interno del prestigioso laboratorio di fisica delle particelle, il CERN di Ginevra e ha l’intento di mostrare il parallelismo che esiste tra arte e scienza e come, scienziati del CERN da una parte e artisti contemporanei dall’altra, ci guidino nella loro ricerca della verità, tutti in ascolto di un elusivo sesto o settimo senso… la bellezza.


Come si racconta all’inizio del film, le macchine del Cern non producono nulla di materiale, ma indagano le tracce lasciate nello spazio dalle particelle. Queste macchine cercano di catturare in immagini i percorsi delle particelle, e il risultato è molto simile a un’opera d’arte. Da questa premessa parte una riflessione su come sia simile la ricerca di bellezza e armonia nel mondo portata avanti nel mondo dell’arte e in quello della scienza.


Nel documentario si afferma che artisti e scienziati cercano entrambi di capire la condizione umana, di affrontare gli stessi problemi metafisici e di indagare l’universo che ci circonda e il suo significato. Entrambi sono spinti dal medesimo impulso, anche se per esprimersi utilizzano strumenti diversi.

Artisti e fisici non descrivono la natura in modo diretto o attraverso immagini riconoscibili e univoche, ma rappresentano cose che non possiamo vedere. Molti artisti si ispirano proprio alle scoperte della fisica per immaginare l’invisibile che ci circonda e dare forma alla propria arte. Arte e scienza sono unite dall’esperienza della rivelazione, il quale è presente sia nell’esperimento scientifico che nell’opera d’arte. Le immagini del Cern sono accompagnate da immagini artistiche e musiche coinvolgenti, ma vengono mostrate anche altre forme di arte come la danza. Nel documentario si afferma infatti che “il movimento delle particelle è simile a una complessa e intrecciata coreografia di danza, dove ogni elemento influenza il movimento degli elementi che ha intorno”.


Ovunque guardiamo ci rendiamo conto che la bellezza dell’universo ha infinite sfumature ed essa viene ricercata ovunque, tanto nel mondo dell’arte quanto in luogo idealmente freddo e razionale come potrebbe essere in apparenza il Cern.


Grazie a Giulia Bertoni di Echo Srl.




INTERVISTA A CHIARA CECUTTI

13:14:00

INTERVISTA A CHIARA CECUTTI 

Cosa vuol dire oggi essere donna manager?
Non è mai stato facile per una donna farsi strada in un mondo considerato patrimonio maschile: ancora oggi le donne devono lottare, dimostrare di saper fare e di essere all’altezza molto più di quanto siano chiamati a fare gli uomini. È naturale che, essendo cresciute con un modello maschile di leadership, molte lo abbiano seguito o abbiano creduto di doverlo seguire per andare avanti. Anche se non sempre un’adesione al maschile si rivela efficace: quando non soccombono, o quanto meno non demordono, le donne manager rischiano infatti di travalicare i principi di una sana assertività in favore di un’aggressività che viene loro sempre meno perdonata. 

Quindi è anche una sfida?
Certo. Oggi la vera sfida per la donna che ambisce a crescere professionalmente è a mio avviso quella di riuscire a sviluppare una managerialità efficace al femminile, ovvero non solo nel rispetto delle proprie caratteristiche, ma addirittura attingendo ai punti di forza più profondamente connessi con la propria natura. 

Anche tu come donna hai lavorato in ambienti quasi del tutto maschili, se non altro all’inizio.
Ovviamente. All’inizio della mia carriera mi sono trovata a lavorare quasi esclusivamente con manager uomini. Negli ultimi anni invece finalmente, e sempre più spesso, ho avuto la possibilità di lavorare anche con donne manager, che invece un tempo latitavano. Mi piace molto interagire con loro, mi piace molto poterle aiutare a utilizzare la loro forza e determinazione mentre mantengono al contempo terreno sul fronte della sensibilità, dell’ascolto e dell’empatia. Essere femminili sul lavoro non va certamente confuso con l’essere seduttive, cosa che anzi delegittima pesantemente le capacità professionali delle donne. 

Spieghiamo meglio.
La donna deve conservare sempre la sua femminilità. Però è necessario che non perda la fermezza, e la dimostri con morbidezza per realizzarsi nel rispetto della propria natura. Questo perché le donne in carriera sono spesso brillanti, veloci nel pensiero, molto orientate al risultato, talvolta però a discapito dei rapporti fra colleghi.

Come mai hai deciso di scrivere questo libro?
Ho pensato di scrivere questo libro (raccontando anche alcune delle loro storie) per supportare il maggior numero di donne possibile ad avanzare con fiducia nel mondo del lavoro. E senza rinunciare alla famiglia per la carriera (ma nemmeno alla carriera per la famiglia) e in particolare ai figli, se desiderano procedere su binari paralleli e contemporanei. Punto, questo, sempre più attuale e spesso ancora dolente: oggi la maggior parte delle donne manager vuole infatti realizzarsi in tutti gli ambiti della propria vita e credo sia importante parlare loro di chi ce l’ha fatta, e ce la fa, e di quali siano i requisiti ambientali utili per poterci arrivare con successo.

In Italia usiamo la parola coach molto spesso in modo improprio. Qual è il suo vero significato?
Nella lingua di origine, il sostantivo “coach” (riferito a persona) indica primariamente l’allenatore sportivo e, a seguire, la figura dell’insegnante, istruttore, maestro o tutor. Il termine viene abbinato al settore al quale si riferisce come per esempio nel caso del “voice coach” o del “vocal coach” (che si usa anche televisivamente nei talent show musicali) che indicano, in questi casi, applicazioni rispettivamente collegate all’uso della voce e al canto gestite da esperti nel ramo in cui allenano o delle materie che insegnano. Ma il coaching puro, quello di cui racconto e di cui mi occupo, è di altra natura. 

Racconti di un lavoro, il tuo, che non tutti sanno cos’è. Lo vogliamo spiegare?
Il coaching, inteso come Executive o Life Coaching, si può descrivere come una dinamica gestita da un coach professionista – che dovrebbe essere accuratamente formato ad hoc –  che, anziché occuparsi di insegnare una tecnica specifica, sportiva o artistica a qualcuno che ne è carente o che intende migliorarla, si dedica ad agevolare e supportare le persone in un percorso che possa aumentare consapevolezza di sé all’interno di una relazione di partnership paritaria. La finalità è di far identificare, sviluppare e valorizzare al fruitore quelle strategie di pensiero e di comportamento utili per raggiungere più facilmente e più velocemente obiettivi di natura sia personale che professionale, identificando “la differenza che fa la differenza” (in termini di organizzazione dell’esperienza) tra l’ottenere o meno un buon esito.

Che tipo di rapporto si instaura fra te e i tuoi interlocutori?
Come accennato si tratta di una relazione di partnership paritaria. Sintonia, fiducia reciproca e certezza di remare insieme, credo possano sinteticamente descrivere ciò che si instaura fra me e le figure con le quali opero. È naturalmente scontato che durante le sessioni di caoching mi vengano riconosciute le competenze del ruolo che in quel momento rivesto, ciò non toglie che il mio compito sia pormi come facilitatore in ascolto attivo, empatico e avalutativo, e non come insegnante. Morbidezza, fermezza e sincerità emotiva: sono questi i punti saldi del mio modo di essere, oltre che di fare il coach che caratterizzano il mio modo di lavorare.


Chi sarà il lettore tipi della tua opera?
Soprattutto donne manager, libere professioniste, imprenditrici e donne in genere, ma anche uomini – manager e non –  che si interfacciano con il mondo del lavoro o che vi si stanno approcciando. Certamente anche responsabili, operatori e consulenti nell’ambito delle Direzioni del personale, delle Risorse umane e delle Politiche di genere. Con una battuta aggiungo: uomini che non odiano le donne, neanche quelle del Terzo Millennio che sempre più vogliono realizzarsi nel lavoro senza rinunciare alla famiglia.



by Gianni Lupo
______________________________________

Powered by:

WhatsApp si aggiorna con tante nuove emoji: solo per Android!

17:43:00
WhatsApp si aggiorna con tante nuove emoji: solo per Android!

Giusto in tempo per Halloween il team di ingegneri al lavoro su WhatsApp ha rilasciato la nuova versione beta della popolare app di messaggistica per smartphone Android che introduce numerose nuove emoji, alcune delle quali perfette per celebrare la ricorrenza del 31 ottobre con zombi, vampiri, streghe ed elfi.

Siamo la rivista digitale più cliccata

12:26:00

ECCO IL NUOVO NUMERO della rivista digitale più cliccata del web!! Best Magazine è un mondo di musica, interviste, reportage su moda e tendenze, esclusive straordinarie e uniche!!
Le dirette sui social riscuotono molto successo e hanno un numero elevato di visualizzazioni, like e commenti.




Innovativa e interattiva la rivista offre la selezione musicale, la compilation che questo mese si intitolata "Best Music: Strange Desire"  e vede brani estratti dagli ultimissimi albums di Robert Plant, Pink, Beck, Miley Cyrus, Wolf Alice, Foo Fighters, Fergie e molto altro.



Ecco la index di questa pubblicazione mensile,  giunta al numero 49, quattro anni di Best Magazine, un bel traguardo raggiunto! 
- BM Intervista “Irene Casartelli” - Best Moda “Un’abbaccio Unico” - Best Event “Michele Zarrillo” - Best Cinema “40 Sono i nuovi 20” - Best Event “Miss Triveneto” - Best Design “il Design su Misura” - BM Tecnologia “Ferrari Superfast” - BM Intervista “Francesca Ascolese” - BM Anteprima “Tozzi e M. G. Kelly” - Best Tweet “Satta - Torrisi” - BM Eventi “Marco Mendoza” - BM Eventi “Mondiali Offshore Chioggia 2017” - Best Music “Volume 39” - Best Turismo “Romania e Poesia” - BM Libri “Madelief” - BM Natura “Autunno” - BM Eventi “The Daughter” - BM Collezionando “Ticket Mania”...




Potete visitare il sito: www.best-magazine.eu
oppure la pagina FB: https://www.facebook.com/BMbestmagazine




Stephanie Bellarte è la nuova Miss Stella Del Mare 2017, sul podio il Triveneto con Federica Rossi al Secondo Posto


Stephanie Bellarte è la nuova Miss Stella Del Mare 2017, sul podio il Triveneto con Federica Rossi al Secondo Posto.

é il Triveneto capitanato da Antonella Marcon a trionfare.

A bordo della nave da crociera MSC Preziosa si è svolta la finalissima Nazionale di Miss Stella del Mare 2017.

Il concorso capitanato dal Patron Filippo Russo presidente della 5Starevents dedicato alla bellezza, al talento, alla moda, allo spettacolo ed al divertimento ha visto Samanta Togni, presentare i moltissimi eventi che hanno visto impegnate le Stelline nelle varie tappe: Genova, Barcellona, Palma De Maiorca e Marsiglia.

Non sono mancati ospiti del mondo dello spettacolo come l'attore Marco Vergani, il ballerino Samuel Peron di Ballando con le Stelle, la comica Giusy Zenere, la giornalista Paola Rossi del settimanale Chi, il tutto coordinato dal coreografo ufficiale Giampiero Gencarelli.

Le ragazze durante le giornate in nave hanno assistito alle lezioni dell' Accademia di Bordo con in caoch: Samanta Togni, Marco Vergani, Samuel Peron, Giusy Zenere, e la top model Katarina Raniakova.

La giuria composta da personaggi del mondo della bellezza, del giornalismo, della moda, dello spettacolo, della televisione, della imprenditoria ha decretato le seguenti stelline vincitrici sulle 55 concorrenti:

1° posto Stephanie - 16anni di Bereguardo Milano.
2° posto Federica Rossi di Padova.
3° posto Maria Carmela Ianni della Calabria.
4° posto Francesca Licini dalla Liguria.
5° posto Martina Pisani dal Piemonte.

Fasce speciali:
Brunella Fourmier di Trento Miss Simpatia,
De Franceschi Lisa di Padova - Miss Teenager,
Miss Cinema Federica Rossi.

*Articolo in aggiornamento.

di Denis J Axl

In arrivo altri modelli Galaxy S8 e Note 8 non saranno gli unici smartphone Samsung a stupirvi

23:58:00



La rivoluzione messa in atto da Samsung Galaxy S8 Plus, Galaxy S8 e Note 8 continuerà anche su altri dispositivi dell'azienda.


#Galaxy S8 Plus, #GalaxyS8 e Galaxy #note 8, apprezzati smartphone Android commercializzati da Samsung, devono essere considerati come una sostanziale quanto indiscutibile fonte d’ispirazione nell'attuale mercato mobile [VIDEO]. In merito a tale ambito, vengono fuori interessanti notizie circa i prossimi dispositivi che l’azienda sudcoreana presenterà al pubblico. Nello specifico, sono trapelati in rete alcuni render che ci forniscono più di un’idea circa le possibili scelte costruttive che riguarderanno da vicino i nuovissimi Samsung Galaxy A7 ed anche Samsung Galaxy A5, chiaramente in versione datata 2018.


Adesso, sulla base di ciò che vi abbiamo finora anticipato, questi specifici modelli potrebbero distinguersi da quelli attualmente in vendita per effetto dell'implementazione di un iconico infinity display, a dir poco simile rispetto a quello già presente su Samsung Galaxy S8+ ed S8.

Ciò starebbe a significare cornici molto più ridotte, sia in riferimento alla parte bassa che in relazione alla zona in alta rispetto allo stesso schermo.
I prossimi Galaxy A7 ed A5 trarranno spunto da Samsung Galaxy S8 Plus, S8 e Note 8?

Per la cronaca, Galaxy A7 2018 dovrebbe far leva su una doppia camera posteriore (pur considerandone il livello inferiore se paragonata a quella vista su Samsung Galaxy Note 8). Invece, il modello Galaxy A5 2018 potrebbe distinguersi grazie ad una fotocamera singola. Tuttavia, che fine farebbe il piccolo della nuova gamma [VIDEO], ossia Samsung Galaxy A3 2018? In merito a questo specifico smartphone Samsung non abbiamo finora nessun tipo di certezza in riferimento alla sua ipotetica presentazione.

Questo entry level, nel caso in cui venisse realmente commercializzato, potrebbe avere un display molto più classico di quello presente sui tanto osannati Galaxy S8 ed S8 Plus e, oltretutto, dovrebbe risultare privo della doppia fotocamera, proprio come il ''compagno'' Galaxy A5.

Non trascurabili, poi, le anticipazioni relative alla probabile integrazione dell'assistente virtuale Bixby, su ogni modello qui considerato. Per ora, si discute ancora riguardo alla fruizione della in lingua italiana ma, dopo questo periodo, il tutto sembra essere in via di perfezionamento. Quello che intendiamo chiedervi è se, in base al vostro parere, questi smartphone non rischino di andare a creare una sorta di concorrenza interna proprio con gli ottimi Samsung Galaxy S8 Plus, S8 e Note 8, alla luce delle quasi certe caratteristiche hardware messe in campo. *fonte il web

CHIARA CECUTTI ALLO SMAU DI MILANO

21:34:00


CHIARA CECUTTI ALLO SMAU DI MILANO
Una donna 4.0. Che lì per lì potrebbe sembrare una definizione tecnologica, o banalmente il gentil sesso a confronto solo con la rete. E invece è molto di più. Chiara Cecutti, esperta Executive e Life Coach, che opera in aziende nazionali e multinazionali, autrice anche del libro “Quando il manager è donna” (edito da Hoepli e in distribuzione dallo scorso 6 ottobre), racconterà la sua visione dell’universo femminile in un workshop.
L’appuntamento è per il prossimo 26 ottobre alle ore 15.30 nell’importantissima fiera dello Smau di Milano, celebre proprio per essere una porta della nostra società verso il futuro, all’interno dell’ Arena Smart Communities. La Cecutti sarà relatrice non solo di un’idea su come la donna dovrà prepararsi alle sfide del domani, ma anche dei grandi passi da gigante che ha già fatto negli ultimi anni.
Nell’era delle connessioni sempre più rapide e sicure, la catena del valore si sta rinnovando profondamente e il modo di lavorare sta cambiando così come la natura delle organizzazioni. Sempre più donne cercano di farsi strada in un mondo spesso considerato patrimonio ancora maschile, con difficoltà per le une e anche per gli altri.
E’ importante che ogni donna raccolga questa sfida, nonostante si sa, soprattutto in alcuni e specifici campi professionali e lavorativi, l’uomo (ma solo per concetto e mentalità retroattiva) ha ancora una forte predominanza.
Il fatto di avere un capo in gonnella, così come un leader di partito, o la direzione di un’azienda gestita dalle donne non sempre viene condivisa e sostenuta dai colleghi maschi. Per questo la Cecutti, nella sua relazione allo Smau, cercherà di dare un’interpretazione precisa di come le donne stesse, senza snaturare la loro personalità, mantenendo la femminilità che le contraddistingue, non imitando nessuno ma restando semplicemente quelle che sono, dovranno approcciarsi al futuro.
Questo tema è molto interessante, ma lo è anche per gli uomini, per tutti quelli che, soprattutto delle nuove generazioni, dovranno confrontarsi con le proprie colleghe in un rapporto paritario.

E il workshop allo Smau in cui la Cecutti può dare una giusta chiave di lettura a un fenomeno che non può retrocedere ma solo evolversi è imperdibile. Chiara Cecutti, lo ricordiamo, sarà relatrice alle ore 15.30 allo Smau di Milano nell’ Arena Smart Communities in occasione di Donne Manager 4.0: intelligenza al femminile. Al termine del suo intervento potrà incontrare tutte le persone interessate a fare domande o che hanno necessità di approfondire il tema.
 
Copyright © BEST MAGAZINE. Designed by